martedì 31 dicembre 2013

Le migliori Serie Tv del 2013

Siamo arrivati al meglio. Dato che ho sempre seguito le serie in versione originale, per creare questa top3 ho pensato: quali puntate non vedevo l'ora di vedere quando seguivo una serie tv? 
Una grande serie deve provocare due cose principalmente allo spettatore: l'hype crea prima di vedere la puntata, ed una forte emozione alla fine. Quest'anno fortunatamente è successo per tante serie come Sons of Anarchy, Spartacus o Mad Men, ma le tre che troverete qua di seguito hanno avuto qualcosa in più.

lunedì 30 dicembre 2013

I tre personaggi più influenti delle Serie Tv 2013

Da sempre, le abitudini della massa sono condizionate da qualcuno. In Italia, il calcio fa la voce grossa fra gli uomini, imponendo stile e modi di fare, mentre la tv generalista con i suoi salotti ignoranti condiziona le povere donne che la guardano. 
Negli Stati Uniti le cose vanno diversamente, non per forza meglio. Ma in questo caso sono aiutati dalla grandissima industria di serie tv, la più grande del mondo. A volte alcune serie hanno avuto un impatto così forte che hanno oltrepassato l'oceano e condizionato anche i modi di fare europei, non solo nel cinema, ma anche nella vita di tutti i giorni. 
Scopriamo in questa breve top 3 quali sono i personaggi che hanno avuto più influenza in quest'ultimo anno di serie tv Usa.

domenica 29 dicembre 2013

Le tre Serie TV che più si son migliorate nel 2013

Non è detto che ogni serie debba essere un capolavoro fin dall'inizio. Magari migliora col tempo e quindi la prima stagione (o le prime) sono solo un'introduzione ad una storia molto più lunga ed articolata. Purtroppo certe storie causa ascolti sono state interrotte, ma qua analizziamo delle serie che proprio quest'anno hanno saputo tirarsi su e migliorarsi rispetto la passata stagione.

sabato 28 dicembre 2013

I tre peggiori personaggi delle Serie Tv 2013


Si può essere degli attori bravissimi, ma se il copione non regge, non è colpa di chi lo interpreta. Vabbè a volte anche gli attori si mettono d'impegno per essere dei cani. Ho ridotto la lista a soli tre personaggi, colpevoli sia di recitazione indegna che di aver affossato la serie in cui si sono esibiti. Nonostante questo non dimentichiamo anche i vari Katie "facciosemprelastessafaccia" Cassidy di Arrow e Colin Ford e Mackenzie Lintz, i bambini di Under the Dome (mai visto niente di così interpretato male).

venerdì 27 dicembre 2013

Le tre peggiori Serie Tv del 2013

Lo so, di solito si inizia con le migliori serie e migliori attori. Ma qua siamo persone rivoluzionari ed iniziamo col peggio. Anche perchè dopo aver letto certi articoli ad alcuni viene la voglia di iniziare a vedere qualcosa di nuovo. Io invece voglio solo farvi evitare di perdere tempo nel guardare certa robaccia, che ho sopportato per tutto l'anno.

martedì 24 dicembre 2013

Letterina a Babbo Natale di un malato di serie TV

Caro Babbo Natale,
le vacanze natalizie e il 2014 si avvicinano, l’atmosfera di festa ci circonda e tutti siamo in attesa dei regali. Purtroppo con le feste natalizie giunge un periodo alquanto noioso per noi amanti delle serie TV: la pausa nella programmazione televisiva. Per questo sono anche un po’ triste. Tuttavia è anche il momento adatto per farti sapere quello che desidero per Natale e per il Nuovo Anno.

sabato 21 dicembre 2013

Sit-com of the week: 16-22 Dicembre


9x13 - Bass player wanted

In previsione delle vacanze di natale, How I met your mother ha deciso di regalarci una puntata fantastica come non se ne vedevano da un po'.
Questa volta, tutti hanno avuto un ruolo importante e a tutti i personaggi è stato dato il giusto spazio che meritavano.

giovedì 19 dicembre 2013

Un motivo per guardare.. Marvel’s Agents of S.H.I.E.L.D.

Una delle serie più attese degli ultimi anni, firmata Marvel e soprattutto Joss Whedon e targata ABC: Marvel’s Agents of S.H.I.E.L.D. La serie in queste settimane ha sempre avuto addosso tantissima pressione come matricola della ABC, le aspettative sono altissime e finora i risultati non sono proprio brillanti.
Nel pilot Clark Gregg riprende il ruolo dell’Agente Phil Coulson, dai film della Marvel, con l’obiettivo di assemblare una piccola ed altamente selezionata squadra di agenti per lo S.H.I.E.L.D., un’organizzazione segreta che ha lo scopo di proteggere il mondo. Insieme indagheranno tutte le cose sconosciute e strane che si verificano in tutto il globo, proteggendo le persone ordinarie dai poteri straordinari.

lunedì 16 dicembre 2013

Homeland 3x12 - The star - Season Finale

Non inaspettato: è nella mentalità patriottica USA. Chi prova a tradire la patria, paga. 
Non riuscivamo a trovare un modo per cui Brody potesse redimersi pubblicamente, perchè non c'era. Non c'è mai stato.
La puntata mi è piaciuta tanto. La morte di Brody era qualcosa che nessuno avrebbe mai voluto, soprattutto sapendo che ci sarà una quarta stagione e, almeno per me, Homeland senza Brody non è Homeland. Homeland è Carrie, Brody e Saul. Damian Lewis è un attore immenso, dovrebbero dargli tutti i premi del mondo solo per questo episodio. 

sabato 14 dicembre 2013

Once Upon A Time 3x10 - The new Neverland


Cos'avevo detto la volta scorsa? che la puntata mi era piaciuta? Bene, ora prendete tutte le mie belle parole e buttatele via.
Io a volte mi chiedo perchè continuo a vedere questa serie, poi mi rispondo che lo faccio principalmente perchè amo le cose trash e mi piace criticarle. Masochismo? forse.
Ad ogni modo, quello di questa settimana è stato un episodio che mi ha davvero lasciata perplessa. Noioso, inutile e sbrigativo.

giovedì 12 dicembre 2013

Sons of Anarchy 6x13 - A Mother's Work - Season Finale

Per me è uno dei giorni più tristi dell'era televisiva. Non tanto per il personaggio di Tara in sé, ma perché sto sentendo tutto Jax, tutto il suo dolore, i suoi sacrifici inutili. Peggio della volta con Opie, ma stavolta non so se sia una cosa negativa o positiva, ma provare emozioni forti per una serie TV è gia di per se un punto a favore.
Sono contento che alla fine dei conti Jax si è rivelato un buono dentro. Diverso da Clay, complice con il Club, e padre finalmente responsabile. Credo che possiamo fermarci qui con i messaggi positivi, perchè tutto il resto sta andando a farsi fottere. Jax ha fatto di tutto per Tara e per i suoi figli. Il suo scopo, oltre a portare fuori il Club dalla merda, è sempre stato anche quello di dare un futuro pulito e tranquillo ai suoi figli. E' arrivato a sacrificarsi, quando la via d'uscita classica sarebbe stata quella del far sparire Tara. Ma non è quell'uomo, non lo è mai stato.

Homeland 3x11 - Big Man in Tehran

Altro capolavoro. Partita in sordina, questa si sta dimostrando la miglior stagione di Homeland. Suspance in continua ascesa. Brody vuole redimersi sì, ma con la figlia, non certo con i muslim. "It all started here, It all finishes here". Su questa manovra si gioca la credibilità della serie.
Che il piano di Brody sia tutto tranne che geniale è proprio l'indizio che ci aiuta invece a capire come nulla di quello che è successo, sia stato in realtà pianificato: dal momento in cui riceve la telefonata di Carrie in cui questa gli spiega che qualcosa non le torna, Brody non può far altro che improvvisare, se Carrie ha ragione, se la CIA vuole davvero eliminarlo, se la sua copertura è saltata, l'unica possibilità che Brody ha in quel momento per rimanere vivo è quella di passare al nemico, questa volta for really.

domenica 8 dicembre 2013

Un motivo per guardare.. The Blacklist

La NBC sembra aver trovato la propria gallina (o il pavone?) dalle uova d’oro di quest’anno: The Blacklist. Pensate che si facciano scappare l’opportunità di avere una seconda stagione? Ok che è l’NBC, ma anche loro non sono così stupidi, quindi hanno deciso di concedere il rinnovo anticipato alla sua nuova serie del momento. The Blacklist tornerà anche la prossima stagione con un ordine di 22 episodi. La serie guidata da James Spader ha ricevuto la promozione dopo il midseason finale, dove gli ascolti hanno registrato il miglior risultato dopo il pilot.
Se non avete ancora visto questa serie (male, molto male) vi racconto la trama a grandi linee: per decenni l’ex agente governativo Raymond “Red” Reddington è stato uno dei criminali più ricercati dell’FBI.

sabato 7 dicembre 2013

Sit-com of the week: 1-7 Dicembre

3x09 - And the life after death
Non mi costa niente ammetterlo, al momento questa è la mia sit-com preferita. Una sit-com che ho conosciuto solamente due stagioni dopo la sua uscita (si ringrazia il grande capo per questo) ma che ho recuperato nel giro di pochi giorni, perchè è davvero impossibile non innamorarsene. Dubito mi vedrete mai parlar male di questa serie, perchè arrivati alla terza stagione non ricordo nemmeno un episodio che si possa definire brutto.
Quello di questa settimana è stato più serio rispetto al solito, visto il tema in questione. Nonostante fosse ambientato quasi totalmente ad un funerale però i momenti divertenti non sono mancati, in particolar modo grazie a Max che con il suo umorismo spesso e volentieri inappropriato e fuori luogo, riesce sempre a sdrammatizzare ogni tipo di situazione.

venerdì 6 dicembre 2013

Sons Of Anarchy 6x12 - Tu sei la mia luce del sole

Lo Smart One è riuscito a rigirarsi i Kings come calzini, è tornato Happy e Tig è a posto, considerando tutti i cazzi che aveva da gestire, non male. Ora il problema è che Alvarez (grande ritorno) doveva incontrarsi con Lin e quello che è successo farà scoppiare un casino anche con i Sons.
Sono dell'idea che niente, o quasi, di ciò che è in programma andrà a buon fine. Forse verrà concluso l'accordo tra gli Irlandesi e Marks, ma adesso sono nella merda con i cinesi e anche con Alvarez. Cioè, se ne chiude una e se ne aprono altre 100. Anche se la procuratrice alla fine accettasse il piano di Jax, con Gaalan morto, e concedesse al club l'immunità, i Sons sono ancora lontani dal poter vivere tranquilli e beati senza pericoli alle loro spalle.

Once Upon A Time 3x09 - Salvare Henry

Ehi voi!
Qui è Miss Meatball che vi parla.
“e chi cazzo sei?”
Ottima domanda.
Il signor Misciu ha avuto la malsana idea di propormi di collaborare al blog, scrivendo sui telefilm che lui non tratta e non ho potuto non accettare! Vi avviso: io e lui spesso e volentieri abbiamo pareri discordanti, questo è dimostrato dal fatto che il mio telefilm preferito sia LOST e che lui invece lo reputi una cagata. Insomma, io sono quella che ne sa di più, è evidente.
Non so ancora bene di quali telefilm parlerò, ma l'importante è parlarne, no?

mercoledì 4 dicembre 2013

Homeland 3x10 - Buonanotte

Epica. Dal primo all'ultimo colpo di scena. La migliore di questa stagione. Puntata sublime, con Brody il livello di recitazione si è alzato notevolmente. Tecnicamente strabiliante, gli scuri pesantissimi dell'operazione in Iraq/Iran sono stati magistrali, come a dire "non vi facciamo il favore di rendervelo bello luminoso per capire cosa succede o chi è che parla: la notte è così, le infiltrazioni sono così e voi dovete cacarvi sotto tanto quanto i nostri personaggi". La tensione continua, la mina, la pattuglia iraniana che spunta all'improvviso, le reazioni alla base, il finale con Javadi, che roba.
Javadi si mostra come un "bastardo", riesce a mantenere bene la doppia identità. Forzata la sua mossa, costretto ad uccidere il partner di Brody: sotto tortura finirebbe per rivelare tutto e sarebbe finita per tutti.

martedì 3 dicembre 2013

The Mentalist 6x09 - Il primo episodio DRJ (dopo Red John)

Al di là di come l'hanno gestita e fatta da schifo nella scorsa, seriamente il loro piano è stato abbandonare/chiudere di fretta e furia la storyline di RJ dopo 5 anni e chiudere il CBI, per ripartire la puntata dopo con l'idea di iniziare di nuovo coi casi,senza RJ, e con l'FBI? L'idea al momento mi fa schifo, è come replicare l'idea di base di White Collar.
La puntata in sè ci sta anche, non mi è dispiaciuta devo dire, per quanto lenta. L'aver skippato il post morte di RJ, sia di Jane, sia del "mondo", sia del team, non mi è piaciuta come scelta. Almeno Jane subito dopo aver ucciso RJ (nuovamente, ma stavolta pare vero), volevo vederlo,contando che l'illusione di Carter durò poco e a Jane venne subito il dubbio, quindi il momento "ho ucciso Red John" l'ha vissuto e noi l'abbiamo visto troppo poco.

The Walking Dead 4x08 - Andare troppo lontano (Mid-season finale)

Disastro totale. Hanno svuotato totalmente l'iconicità e l'epicità della battaglia alla prigione rendendola semplicemente una scaramuccia fra due gruppi che si contendono le chiavi di casa. Il problema maggiore è che in un contesto del genere il Governatore non serviva a nulla quando invece la battaglia alla prigione è la sua battaglia, è l'apice della sua ossessione verso la prigione. Va lì per raderla al suo, non per cercare una soluzione pacifica.
Il problema è sempre lo stesso: quel cavolo di reset del carattere del personaggio, sentirlo dire che ha messo una pietra sopra riguardo a Michonne non è credibile, perché non è così il Governatore. Totalmente senza senso la morte di Penny 2.0, motivazione arrampicata sugli specchi per scatenare la rabbia del Governatore quando avrebbero potuto evitare tutto questo giro e il risultato non sarebbe cambiato, anzi il risultato sarebbe stato decisamente migliore.

lunedì 25 novembre 2013

The Walking Dead 4x07 - Peso morto

Orribile episodio, il primo filler da una vita (l'ultimo che ricordo è Vatos) senza escludere il macello che hanno combinato con la figura del Governatore. Apprezzo che abbiano evitato la scontatissima morte della bimba o di una (o tutte e due) le sorelle però mi ha fatto letteralmente incazzare rivedere lo stesso identico percorso già fatto: il gruppo è in pericolo, bisogna sporcarsi le mani e ovviamente lo fa Brian, Philip, pinco pallino. The same old story, cercare di rinnovarsi fa schifo si vede. Ma la cosa che più mi ha fatto andare di traverso il pranzo (stavo mangiando) è il fatto che il tizio con la benda vuole la prigione per dare qualcosa di meglio alle sorelle e alla bimba. Ma dov'è la bestia ferita orgogliosa e rabbiosa, vendicativa e ancor più arrabbiata che in passato, cos'è sta mammoletta che pesa la pistola con Rick a cinquecento metri per di più piegato in avanti?

The Mentalist 6x08 - Red John

Per me The Mentalist finisce con la stagione 3, con Carter Red John, Bertram suo probabile braccio destro, e una delle scene più belle ed emozionanti che abbia mai visto in televisione. Bellissimo serial The Mentalist, peccato siano state solo 3 stagioni.
Sì perchè mi rifiuto davvero che questa farsa di "dilettanti alla sbaraglio" sia la puntata in cui viene rivelato chi e' Red John. Non mi ha deluso il chi. Quello che non accetto, mi rifiuto di accettare e' il come. Uno schifo assoluto. Un rispetto per gli spettatori uguale a zero. Non ci hanno spiegato NULLA. Ci siam fatti non si sa quanti pipponi mentali e teorie sulla scritta sul muro, su Rosalind, su Roy Tagliaferro, su Visualize, sulla lista, sul perchè potesse aver risparmiato Lisbon, sulla Miller, su Bach, su Blake, su Moby Dick, sul freddo, sulle casette azzurre, sul the, sulla VOCE, ci viene forse spiegato qualcosa? NO. NULLA. Tutto quello che ci rimane e' un piccione.
Un piccione che Jane riesce a tenersi nascosto nella giacca per ore, attraversa sacramento in macchina, sopravvive a tamponamenti e corse a piedi, si fa pure PERQUISIRE ma ovviamente quello non si vede e se ne sta bello buonino nella tasca di Eta Beta.
Ah ma quanto a tasche comunque McAllister lo frega, ci ha saputo tenere un cadavere congelato, una granata e una bomba tutte assieme. A Sacramento vendono abbigliamento piuttosto interessante c'e' da dire.
I piccioni ormai sono le nuove armi improprie di Sacramento, ne basta uno per far si che Jane che manco sa sparare riesca a disarmare un pericoloso serial killer, ammazzare un poliziotto esercitato e ferire sempre il pericoloso serial killer che ovviamente per sua tutela s'e' portato dietro la cavalleria, cioè una scema con un coltello. Ma almeno dalle una pistola! O al limite un piccione visto quanto sono letali.
Berkeley, poveretto Entra in scena con l'aria di chi sta cercando di inventare qualcosa da dire, ripeto non e' colpa sua, e' stato via 5 anni. Tralascio il patetico ti prego non uccidermi e la chiamata al 911 perchè è inutile sparare sulla Croce Rossa, ma per favore, quello doveva essere il Red John che alla fine della stagione 4 diceva a Jane che sapeva non poteva esserci un al di là per lui e che non gliene fregava di morire? 
Son stati presentati, soprattutto nella prima stagione, tanti personaggi con indizi più o meno velati qua e là, Harken, Mashburn, Mars, etc, probabilmente per lasciarsi il tempo di decidere all'ultimo quale ispirava di più e anche, triste dirlo, quale attore era disponibile in quel momento. Almeno, potevano dirglielo con qualche mese di anticipo invece che due settimane prima, cosi' forse si preparava un po' meglio.

martedì 16 luglio 2013

Misciu Series - Dexter ep. 8x01 - 02 - 03

Fingiamo che non mi son preso due mesi di vacanza estivi e torniamo tutti amici come prima? Yee quanto ci vogliamo bene.
Dato che quest'estate l'unica serie di valore in onda è Dexter, limiterò gli appuntamenti per il commento una volta ogni tre episodi, anche perchè se no penso non ci sarebbe molto da dire. Se volete godervi il vero Dexter, potete trovare ogni notte gli episodi della prima serie su Rai4 ogni notte.

8x01 - "A Beautiful Day"
La Premiere si fa guardare, anche perché priva delle tipiche cazzate di Dexter. Si profila, come previsto, una stagione finale dove Dexter fronteggerà se stesso più che il cattivo di turno; e in questo sarà fondamentale questa psicologa uscita dal nulla. Personaggio interessante (l'accento british sembra un obbligo per certi personaggi), sarà forse la parte migliore della storia il suo confronto con Dexter, anche se ci sono ancora moltissime cose da chiarire, ovviamente. Spero solo non si impantanino con cose come la mafia ucraina come l'anno scorso, che venne usata come storyline, per finire in modo misero a metà stagione. Ho notato però un'atmosfera un pò più cupa e molto meno humor nero rispetto al passato, e spero la stagione sia una degna conclusione a una serie che purtroppo dalla 5a stagione in poi è stata sempre una sorpresa, ma in negativo. Debra: sesso, droga e tendenze suicide mi sembrano l'unica risposta possibile a quello che è successo (a parte il suicidio), anche se la recitazione della Carpenter, per la prima volta in 8 stagioni, non mi è piaciuta per nulla. Sarà che ormai non fa altro che piagnucolare e insultare Dex, ma mi è sembrata sopra le righe. Mi fa impazzire invece la nonchalance con cui evitano di soffermarsi su argomenti spinosi come le indagini sulla morte di LaGuerta. Venti persone in croce alla sua commemorazione, neanche un giornalista. Miami mostra tutto il suo amore per lei: una panchina. In definitiva non mi piace che facciano sempre finali di stagione con il botto, e poi già nella premiere sembra tutto dimenticato o risolto o quasi, è una cosa che ho notato tantissimo con il finale della 4 stagione, quello della 6 e quello della 7.

8x02 - "Every Silver Lining"
Mi sembra che contraddicano completamente le sette stagioni di Dexter precedenti: l'idea di farsi aiutare da qualcuno contrasta con l'idea stessa del Codice. Una puntata mediocre e i cui spunti, per quanto si sforzino di essere interessanti, appaiono molto forzati e piuttosto piatti dopo che ci sono già state sette stagioni. Può darsi che il Brain Surgeon sia effettivamente la Vogel, ma il vero colpo di scena per me potrebbe essere che lei stia cercando di distrarre Dexter per poi incastrarlo. Al contrario di quanto afferma, potrebbe essere pentita di avere creato un mostro e vuole affascinarlo con le sue teorie per renderlo più vulnerabile e disattento. Certo che era evidente dal primo istante che Debra avesse ucciso El Sapo, potevano farla confessare davanti a Dex invece di darci il "colpo di scena" del DNA (sempre più veloci, questi esami). La Carpenter è tornata ai suoi livelli, aiutata dalla recitazione del suo capo che mi è piaciuta meno di zero. E comunque NO, Quinn e Debra NO.

8x03 - "What's Eating Dexter Morgan?"
Non particolarmente esaltante, ma la buona notizia è che ora sembra improbabile che Vogel sia effettivamente coinvolta con gli omicidi, sebbene il caso non mi ispiri più di tanto almeno c'è un margine di miglioramento. A questo punto penso vorrà dire che andrà a finire come Hannah (che potrebbe pure tornare in questa serie finale): metterà in pericolo Deb e Dex, a malincuore, la farà finire male (ma a differenza di Hannah la ucciderà). Ma il fatto che ci facciano vedere il capo di Deb darle quegli integratori è messo a caso o dobbiamo pensare che c'entri con la situazione mentale di Deb? Non è che la rendono più confusa e meno lucida del solito? Mah. Comunque nell'ultima stagione mi aspettavo decisamente di meglio...sembrano andare avanti col freno tirato a mano. La spiegazione sulla morte di LaGuerta troppo facile: Estrada è stato ucciso con una coltellata, l'autopsia avrebbe dovuto rilevare che la teoria formulata dal tizio che due giorni prima era stato arrestato dalla vittima era sbagliata. Vabbe', mettiamocelo alle spalle e guardiamo al futuro. Il classico "filler" di cui non avremmo sentito la mancanza in questa fase finale della saga. Non vorrei facciano nello stile di J. J. Abrams: allungare il brodo per 4/5 della serie per poi spararsi tutte le cartucce (a caso) nel finale.

venerdì 14 giugno 2013

Game of Thrones - Season Finale

E così, anche quest'anno, siamo arrivati alla fine. 
Supponevo che, dopo lo tsunami della scorsa settimana, avrebbero fatto fatica a tenere alta la tensione e ad offrire una puntata sullo stesso livello: la scena finale infatti ha offerto un pathos inferiore rispetto ai precedenti finali di stagione con la nascita dei draghi e l'arrivo dei White Walkers.
La puntata non mi sia piaciuta, già l'inizio con Robb e la testa di Vento Grigio: l'hanno fatta, sono follemente sadici. Arya ha regola i conti con i Frey e il Mastino le ha dato man forte: l'alchimia del Mastino con le figlie Stark è da paura. Con Sansa, mostra il suo lato più "delicato"; con Arya, killers on the road.
Tanto tanto Davos in quest'episodio e la cosa mi ha fatto piacere perché è un personaggio da non sottovalutare: la sua devozione nei confronti di Stannis non viene mai meno e il suo conflitto con Melisandre diventa sempre più interessante, contando anche il fatto che sia stata la stessa sacerdotessa a salvarlo dalla forca: ora Stannis si muoverà verso il Nord, verso i suoi misteri e verso la battaglia che infurierà. Ovviamente, non ci saranno soltanto i White Walkers, ma i bruti a dare l'assalto alla Barriera. Non sono un romantico, ma lo sguardo di Ygritte, con gli occhi gonfi di lacrime, mentre vede Jon andare via e lo riempie di frecce pur di non vederlo riunirsi ai Guardiani, è stato emozionante. E non credo che la storia sia finita qui, anche perché, come ho detto prima, i bruti sono ancora a piede libero.
Sul fronte Lannister, scene piene di significato per la psicologia dei personaggi: Tywin freddo e spietato come sempre nei rapporti umani; Tyrion è l'unico a mostrare un briciolo di umanità; Cersei si rende conto di quale orrido mostro abbia messo a questo mondo; Joffrey che viene incenerito da uno sguardo di Tywin e, non ultimo, Jaime che ritorna ad Approdo del Re come un uomo cambiato, mutilato nel corpo e nell'animo, accolto non più come l'eroe di un tempo, ma come un uomo qualsiasi, come suggerisce anche lo sguardo titubante di Cersei, che non si alza neppure per abbracciarlo o salutarlo.
My name is Reek. Anche quella è stata una scena inquietante e viene finalmente rivelata l'identità del torturatore: Iwan Rheon ha dato vita al miglior Ramsay possibile. Pazzo, sadico in qualsiasi espressione o atteggiamento, la scena della salsiccia è qualcosa di raccapricciante e di fottutamente geniale allo stesso tempo. Umorismo crudele all'ennesima potenza. Forse la scena più debole di tutte è proprio quella finale, ma le altre storie hanno avuto un buon punto di sospensione in attesa dell'anno prossimo e di vedere come cambieranno le dinamiche in tutte le zone del Continente, sia a Nord che a Sud.
In particolare sono state tutte scene di passaggio, e il fronte che finalmente si sposta dai 7 Regni al Nord, e la fotografia di Bran & Co. che si allontanano in controluce. Una scena, malinconica, triste, presagio di qualcosa che sta per finire. Tutti si muovono, tutti diffidano di tutti.

domenica 19 maggio 2013

Misciu Series - 32th week

Per assurdo in questa settimana piena di finali, e con due sole serie che continueranno, non ho avuto tempo di scrivere nulla fino ad oggi. Infatti la prossima settimana troverete tutti i post sui finali, e poi rinizierò a fare il blogger come si deve. Però l'assenza di tutte le altre serie mi permette di poter essere molto loquace sui due capolavori cable domenicali.


6x07 "Man With a Plan" 
Puntata che è letteralmente volata tra una scena e l'altra, in cui trionfano cinismo, umorismo caustico e quel senso di cieca disperazione che non smette mai di caratterizzare questa serie. E in tutto questo, cercando di trovare un filo conduttore, trionfa principalmente il concetto di "dipendenza". Quanto dipendono realmente i nostri Mad Men dalle persone che li circondano? Quanto dal loro lavoro? Quanto dalle sigarette e dai loro adorati alcolici? E quanto possono dipendere dai loro ruoli durante una fusione? Ognuno di loro, in quest'episodio, fa i conti con un forte senso di dipendenza da qualcosa che non possono gestire direttamente: o almeno, provano a gestirne il controllo, ma la caduta è rapida e rovinosa.
Si inizia con Don che, rispetto all'ambiente della nuova agenzia, dove è riconosciuto da tutti come un uomo dotato di grande parlantina e notevole carisma, nel privato è inadeguato a qualsiasi rapporto personale, al punto da instaurare un ambiguo gioco padrone-schiava assieme a Sylvia. Nel giro di poche scene è Don a dipendere strettamente da quel rapporto, dal sentire il bisogno di dare nuovi ordini a Sylvia, di provare a legarla ancor più a sé, illudendola con il regalo di un elegante vestito e privandola del passatempo della lettura (quella stessa lettura che li aveva legati durante la premiere con la "Divina Commedia" di Dante), cercando di condurre il pensiero di Sylvia soltanto verso di se, verso Donald Draper, l'uomo che chiede ed ottiene tutto ciò che vuole. E nella sua presunzione, Don non capisce di allontanare definitivamente Sylvia e portarla alla decisione drastica di interrompere tutto questo. Come sempre, le ossa rotte sono quelle di Don, che crolla emotivamente (da applausi Jon Hamm, capace di comunicare qualsiasi senso di disperazione con la sua mimica facciale) e si trova imprigionato nella sua vita con Megan, rispetto alla quale si sente distante e totalmente estraneo, al punto da non ascoltarla mentre parla o non consolarla mentre piange da sola di fronte alla tv, alla notizia dell'attentato a Bob Kennedy.
Altri problemi di dipendenza, arrivano da Pete e dal rapporto con la madre: infantile e viziato, Pete stenta a comportarsi da adulto anche di fronte alla demenza senile della madre, pensando esclusivamente a se stesso e trattandola col massimo disprezzo, senza provare ad entrare in contatto con lei. Tutta la frustrazione del sentirsi poco considerato sul posto di lavoro, si riversano sulla donna, i cui deliri continuano per tutta la giornata, senza che il figlio le presti le doverose attenzioni. E Pete, come consuetudine, dovendo sfogare la sua rabbia, affronta la segretaria in maniera ruvida e tagliente, senza darle possibilità di replica e mortificandola al punto da ricordarle che il suo lavoro dipenda esclusivamente da lui.
E in tutta questa confusione di adulti sempre più simili a bambini e alla disperata ricerca di qualcosa che li appaghi realmente, spunta, con un sorriso sornione, Bob Benson, finora rimasto ai margini della vita dell'azienda e limitatosi a presentazioni affabili: è lui a sciogliere il nodo di qualsiasi dipendenza, capendo immediatamente di cosa abbia bisogno Joan e facendolo con tale naturalezza da vincere le resistenze della donna, diventata cinica e fredda con chiunque, e da far breccia nel suo cuore con le più semplici attenzioni. Che sia lui il vero erede di Donald Draper? O addirittura una versione migliore di Don? Più sereno, più maturo nonostante l'età o sarà soltanto un altro personaggio tormentato, che nasconde le sue inquietudini dietro ad un comportamento pulito? Comunque è sempre più chiaro che tutti i personaggi dipendano dalla figura di Donald Draper, al punto da desiderare ardentemente di essere come lui: ci prova Ted, che crolla ubriaco sul posto di lavoro, dopo aver tentato di bere a stomaco vuoto come fa sempre Don. Risultati catastrofici, coprendosi quasi di ridicolo.
PROSSIMO EPISODIO 6x08 "The Crash" il 19 maggio


3x07 "The Bear and the Maiden Fair"
Episodio scritto dallo zio George in persona e la cosa si è notata, visto che è stato un episodio improntato soprattutto sui dialoghi, su scene dense (con un ritmo abbastanza lento), mirate soprattutto all'introspezione psicologica dei personaggi. Tant'è che dalla scena finale dell'orso contro Brienne, mi aspettavo qualcosa di più adrenalinico e invece è stata gestita in maniera "normale", pur dovendo trasmettere tensione: quasi a sottolineare che non fosse quello il passaggio chiave dell'episodio. Jaime e Brienne si confermano una coppia straordinaria: stima reciproca, alchimia perfetta tra i due attori, il sarcasmo di Jaime che sa come contrattare aldilà del suo ruolo. Brienne più marginale, ma comunque essenziale per la lenta trasformazione che sta subendo il pupillo di casa Lannister. Emblematica la promessa che strappa nella cella sul riconsegnare Sansa e Arya a Catelyn.
E giusto per restare in argomento, le due ragazze di casa Stark sono in due situazioni diametralmente opposte, ma ugualmente incasinate: una ancora bloccata ad Approdo del Re e con un matrimonio assieme a Tyrion in vista; l'altra fugge in continuazione e passa di problema in problema: scappa dalla Brotherhood e finisce dritta dritta tra le braccia del Mastino. Saluta Delta delle Acque, cara Arya.
Il rapporto tra Jon e Ygritte diventa sempre più intenso e personale: è bene che Snow inizi a guardarsi le spalle, visto che un paio di bruti diffidano sempre di lui e stanno covando sensi di gelosia per la sua storia con Ygritte. Kit sta imparando ad avere più di un'espressione e la cosa non mi dispiace, visto il grande spazio che gli stanno dando sullo schermo: mi è piaciuto molto il dialogo di fronte al mulino sulla possibilità di andare a Grande Inverno e il successivo confronto con Ygritte sulla certezza che i bruti falliranno il loro assalto alla Barriera. Anche perché, una volta arrivati, Jon dovrà tornare tra le fila dei suoi per combattere l'invasione (con la speranza, nel frattempo, che parte dei Guardiani siano sopravvissuti al massacro in cui è morto Mormont). Altra nota "positiva" sulla gestione dei personaggi, è il fatto che la Khaleesi sia tornata ad essere spocchiosa e intrattabile come una volta. Si vede come Jorah e Barristan vorrebbero intervenire e darle consigli di diplomazia, ma quando lei ha un'idea, va avanti per la sua strada e non sente ragioni contrarie, oltretutto dalla sua, ha il fatto che i draghi stiano crescendo sempre di più.
Infine, momento epico della puntata: il dialogo tra Tywin e Joffrey. Quanto mi ha fatto godere vedere quel moccioso così insicuro e microscopico seduto sul trono, mentre il nonno lo sovrastava e gli dava lezioni di governo, senza mai scomporsi e concludendo tutto con un glaciale "Maestà". Sarà anche un Lannister, ma Tywin è troppo cazzuto per non essere apprezzato.
PROSSIMO EPISODIO 3x08 "Second Sons" il 19 maggio

giovedì 16 maggio 2013

Arrow - 1x23 "Sacrifice" - Season Finale

Prendete appunti ragazzi, così si fa un finale di stagione! Pieno di colpi di scena, per niente scontato, molte storie che si chiudono e tante altre che si aprono. Arrow si conferma la miglior nuova serie broadcast dell'anno, nonostante venga trasmessa in una rete tanto bistrattata e criticata come la CW. NBC e FOX prendete appunti.
Probabilmente la più grande sorpresa è stata la morte di Tommy, che poteva essere tranquillamente a mani basse un futuro villian, data la scomparsa (o forse no) del padre Malcom. Però in un certo senso è meglio così: non è attrezzato fisicamente per poter svolgere questo ruolo. Certo lo si poteva mandare via per un po' ad allenarsi ma comunque non è che si può pensare che tutti i personaggi della storia siano iper-cazzuti e combattenti. In un certo senso è giusto che ci siano anche i "normali" che giustamente non avendo i mezzi degli altri ci lasciano le penne. La sorte di Merlyn è già più dubbia. Sembra morto, ma non so se si può affermare con certezza, anche se negli ultimi episodi c'era stato un buon sviluppo del personaggio, soprattutto nell'ultimo episodio, e probabilmente avrebbe potuto dare qualcosa in più alla serie. Ammesso e non concesso che sia morto per davvero.
E questo titolo, "Sacrifice", molto molto evocativo e pertinente alla situazione, filo conduttore di tutta la puntata (anche dei flashback), perchè, da parte di tutti i personaggi, c'è questa predisposizione al sacrificio per poter fare la cosa giusta. Sacrificio di Oliver, pronto ad affrontare Malcom, ancora una volta, a qualunque costo, anche se sa che è più facile che venga battuto ancora una volta. Sacrificio di Diggle e Felicity che non lo mollano un attimo, pur di fare la cosa giusta. Tra l'altro fantastica la scena di Felicity con Lance, quando dice chi è diventato per lei il vigilante, fa di lui un eroe, bellissimo momento. Sacrificio di Moira (anche se tardivo e utile fino ad un certo punto), che si decide, per una volta, dall'inizio della serie a fare la cosa giusta, mettersi contro Malcom e sacrificare il suo benessere e il suo stato di donna libera, facendo la conferenza stampa per denunciare il tutto. Sacrificio di Lance, disposto a rischiare il suo lavoro e la sua carriera, oltre la sua vita per fare la cosa che ritiene giusta ed adempiere fino in fondo al suo dovere di poliziotto, telefonando a Laurel, quando pensa di non potercela fare. E Sacrificio di Tommy, che arriva a sacrificare la sua vita per amore di Laurel e per salvarla.
Nel flashback dell'isola finalmente abbiamo visto un primissimo sprazzo dell'Oliver che è ora. Bella la scena con l'arco con cui minaccia Fyres. Con uno sguardo Shado è come se gli dicesse che si fida di lui e che avrebbe centrato il bersaglio. Come andrà avanti la storyline? Qualcuno diceva ci fosse un errore nella trama, quando in una puntata Oliver dice a Diggle che è stato Yao Fei ad addestrarlo, ipotizzando quindi che fosse ancora vivo. Forse non è un errore: Yao Fei, se andiamo a vedere, è il primo che da fiducia ad Oliver, cerca sempre di salvarlo in tante occasioni, quasi sapesse che lui poteva diventare qualcuno e fare la differenza. Gli dà il coltello con cui si libera, e poi le primissime cose, tipo tenere in mano un arco, si può dire gliele ha insegnate lui. E forse, Oliver ha risposto così a Diggle, giusto anche per evitare di parlare dell'isola, della quale, non ha mai parlato a nessuno. Quando è tornato l'unica cosa che è stata resa nota è che era stato torturato, ma del resto nessuno sa nulla.
Una piccola critica sull'inizio, in cui Oliver si libera un pò troppo facilmente delle catene e l'intelligenza delle guardie di Malcom è pari all'Fbi in The Following.
Piccola parte sulle lovestory. Laurel alla fine urla "Ti amo" a Tommy, quando qualche ora prima si era vista con Oliver con sentimenti più o meno simili. Bah, il personaggio meno interessante della storia. Disinteresse totale per Thea e Roy, anche se Thea è sempre più una scusa per mostrarci la storyline di Roy, il quale sicuramente la prossima stagione riuscirà finalmente ad incontrare il suo mito e diventarne il sidekick. Mi chiedo a quel punto che destino avrà Diggle.
In molti sostengono che questa stagione sia in qualche modo autoconclusiva. Sono d'accordo, ma penso che sia quasi fatto apposta se uno la considera come una stagione introduttiva dell'intera serie. Nessuno ha ancora cominciato a chiamarlo Green Arrow, ma solo Incappucciato o Vigilante, lui stesso non ha avuto fino alla fine ben chiara la differenza tra essere un eroe perché è giusto perseguire il bene e il portare avanti la sua vendetta personale tramite la Lista. Anche in questo senso prevedo un'evoluzione da parte di Oliver nelle primissime battute della Season 2. Per la prossima stagione mi aspetto più eroismo canonico, il nome "Green Arrow" finalmente ufficializzato, Roy che diventa sidekick di Ollie e mi auguro una nuova ficas che ci liberi di Laurel.
Buon Arrow!

domenica 12 maggio 2013

Misciu Series - 31th week

Tutte le serie stanno volgendo ai loro finali. Questa volta eviterò di fare dei post separati per i finali delle sit-com ma li raggrupperò tutti in un unico post la settimana prossima. In questi ultimi sette giorni abbiamo visto il finale di New Girl, qualche settimana fa il finale di Go On (che purtroppo non rivedremo l'anno prossimo), mentre la prossima ci aspettano HIMYM e 2Broke Girls e giovedì TBBT. In fondo troverete la lista definitiva dei rinnovi cancellazioni delle serie.

6x06 "For Immediate Release" 
"I don't like change. I want everything to stay the way it was". Lo dice Peggy in un momento di sfogo, quando tutto sembra andare a rotoli nella sua vita privata. Lo dice in un momento, quasi slegato rispetto al tema portante del lavoro che caratterizza l'intera puntata, ma quella frase diventa il succo di tutto l'episodio, poiché tutto cambia dopo i momenti più critici. Il cambiamento raggiunge il suo culmine nella parte finale, con la trovata di Don e Ted che, pur di salvare le proprie aziende e sopravvivere nel mare di merda che è diventato il loro lavoro, giungono alla soluzione più sorprendente di tutte: una fusione che permetta a dipendenti e capi di conservare la propria creatività e continuare soprattutto a trasformare le loro idee in denaro. Come è stato sempre detto, Don è l'uomo che, nei momenti più critici, tira fuori il colpo da maestro per salvarsi: non è un caso che la principale accusa rivoltagli nel corso della puntata arrivi da Joan e riguardi il suo profondo egoismo. Donald non vuole salvare l'agenzia: prima di tutto, vuol salvare se stesso; salvare quell'immagine di pubblicitario rampante e geniale che, col tempo, è sfiorita, lasciando spazio alla concorrenza o alla genialità di una Peggy e di nuove leve come Michael, che stanno lottando per emergere. Si accorda con Ted in privato, senza neppure consultare Roger, Bert, Pete. Agisce per salvarsi immediatamente: perché il "tutto e subito", nel mondo della pubblicità, conta più di tutto. E il tutto e subito riguarda anche far saltare gli accordi con la Jaguar, scatenare l'ira di Pete e far emergere tutto il dolore di Joan, che si è sacrificata inutilmente per ottenere un patto con la Jaguar, adesso decaduto in favore di un altro più sostanzioso. L'egoismo di Don lo riporta a riavere Peggy sotto la sua ala, sotto il suo diretto controllo: scottava troppo l'onta di averla lasciata andar via senza poterla trattenere. Dimenticare è la cosa che riesce meglio a Donald: far finta che non sia successo niente perché quello che conta, è ottenere il miglior riscontro col minimo sforzo, come riottenere le attenzioni erotiche di Megan, grazie ad una visita della madre. E così, nell'assenza di Sylvia, Don può sempre trovare conforto tra le braccia di una donna: poco importa che la ami oppure no. Don cadrà sempre in piedi, anche se, in questo momento, le sue risalite si fanno sempre più faticose e la sua voglia di mollare qualsiasi cosa, cresce esponenzialmente.
PROSSIMO EPISODIO 6x07 "Man With a Plan" il 12 maggio

1x22 "Darkness on the Edge of Town" 
Puntata a dividere in due. Ottima la parte di trama vera e propria, con due non-happy ending: Walter, che non si fa travolgere dal ritorno a casa e si allontana da Moira; e la morte, che mi assolutamente spiazzato, di Yao Fei. Geniale il modo in cui Oliver e Diggle estorcono le informazioni a Moira. Compare poi un nuovo cattivo: alla fine il mandante di Fyers non è Malcolm, ma una donna. E lo scontro fra Oliver e Malcom che si conclude con quel "Oh No". Perchè? Questi si che sono cliffhanger. E non c'è niente da fare, la più bella cosa di questa serie è Felicity. Mentre la parte lovestory indegna. Oliver, perchè? Prima incoraggi Tommy, poi va da Laurel, a che pro? Tommy sarà un cretino, però se poi ti lancia coltelli con lo sguardo non ti puoi lamentare. La parte amorosa fin dall'inizio è stata completamente ridicola e inadeguata, e azzarderei anche superflua.
PROSSIMO ED ULTIMO EPISODIO 1x23 "Sacrifice" il 15 maggio

3x06 "The Climb" 
I cinque minuti finali sono stati da brivido: sia per il monologo di Ditocorto che per le immagini del mondo prima e oltre la Barriera. Puntata molto importante negli sviluppi della trama: il classico episodio che ha il sapore di una rincorsa (o di una scalata) in attesa di eventi critici. Innanzitutto, standing ovation per Iwan Rheon: inquietante e terrificante nei panni del carceriere di Theon; scena molto disturbante non tanto per la violenza nei confronti del caro Greyjoy, quanto per il sadismo che trapelava dalla mimica facciale di Iwan, con quegli occhi sbarrati e il sorriso beffardo mentre dice a Theon di essere un bugiardo. Impagabile l' "I won" conclusivo. Come restare impressi nella mente dello spettatore con soli cinque minuti a disposizione in una puntata che ne dura ben 53. Suggestive anche tutte le immagini della scalata con Ygritte e Jon che scoprono la bellezza e la naturalezza del loro rapporto in un momento così critico: dalla rivelazione di Ygritte che sa del ruolo di talpa di Jon nel gruppo dei bruti, al momento in cui sembravano destinati alla morte nel precipizio della Barriera, fino alla scena finale con la visione del mondo dalla sommità . Le scene di Approdo del Re migliorano di puntata in puntata con i vari confronti tra i personaggi a rendere ancora più fitto il gioco di intrighi e di alleanze: l'incontro tra Tywin e Lady Olenna non poteva che far uscire un dialogo incalzante, sferzante e molto pungente tra i due: finalmente c'è qualcuno che sa tenere testa alla glaciale freddezza di Tywin. Poi il faccia a faccia tra Tyrion e Cersei, che conferma tutta la follia di Joffrey, irresponsabile e folle per poter governare e riconoscere i giusti doveri di un re. Il culto di R'hllor sta diventando sempre più influente nella trama della storia e la sfera mistica sta occupando un notevole spazio: quasi un ago della bilancia tra chi vive e chi muore o, per dirla con le parole di Melisandre, tra "chi cade e chi sorge".
PROSSIMO EPISODIO 3x07 "The Bear and the Maiden Fair" il 12 maggio

8x23 "Something Old" 
Perplesso da questa puntata. Non capisco dove vogliano andare a parare con la storia Ted/Robin, soprattutto perchè è ancora in sospeso la storia della rottura con Victoria. Era prevedibile che Robin avesse una crisi pre-matrimoniale. Ci è sempre stata mostrata come una ragazza che non aveva intenzione nè di sposarsi nè di avere figli anche quando non sapeva di non poterne avere (tra l'altro allo psichiatra ha detto pure di non volerne adottare), era chiaro che fosse più probabile che sarebbe stata lei ad entrare in crisi piuttosto che Barney, che con l'idea di sposarsi ha fatto pace da quella chiacchierata con suo padre. Basta con questa storia fin troppo ambigua tra Ted e Robin: ok, sono la miglior coppia della serie e che ci sia un legame molto forte tra i due è indiscutibile, però basta con questi tira e molla, oltretutto arrivato alla penultima puntata, prima del fatidico incontro con la madre. Mi sembra che gli autori (che comunque hanno fatto un buon lavoro in quest'ottava stagione, trovando una piccola ripresa dopo le ultime due stagioni) commettano l'errore di inserire a tutti i costi il colpo di scena che lasci col fiato sospeso, ma che, a lungo andare, ha soltanto il sapore del "già visto", che diventa estremamente noioso. Non so: la mia reazione di fronte a quella scena finale (pur con il bel monologo di Ted) è stata di immediato rifiuto. La puntata in sé non mi ha esaltato più di tanto: mi hanno fatto ridere Barney e il padre di Robin quando esortano i bambini a combattere per loro e poi basta. Dal finale non so cosa aspettarmi, anche se penso che eviteranno di far vedere platealmente la madre.
PROSSIMO EPISODIO 8x24 "Something New" il 13 maggio

9x23 "Readiness is All"
Passiamo oltre alla scena/balletto, la peggiore della serie al pari di "Lexie è stata mangiata dai coyote". Alex grandioso, avevo capito che non era stato lui, e sono dalla parte sua e di Jo. Meredith cade nel modo più stupido che esiste, ma Shonda ci evita il parto drammatico, anche se le acqua si rompono proprio quando manca la luce. Il caso. April probabilmente la finirà con la storia "nonsonovergine", anche se sul toto-morto di fine stagione mi gioco il neo fidanzato. Owen reagisce malissimo alla guarigione del padre del bambino, che spero metta fine alla trama più inutile dell'anno. Ed infine, arriviamo ad Arizona. Ok, la nuova dottoressa bionda è fighissima, però posso capire che una persona impegnata possa innamorarsi di qualcun'altro solo che generalmente succede quando uno è infelice o insoddisfatto della propria vita. Non saprei cosa potrebbe fare di più di quanto abbia già fatto quella santa donna di Callie per rendere felice Arizona, e nonostante questo appena arriva una che sorride e che ti dice "Puoi perdere il controllo ogni tanto" la Arizona si lascia andare. La puntata finale si intitolerà la tempesta perfetta, non aggiungo altro Shonda.
PROSSIMO ED ULTIMO EPISODIO 9x24 "Perfect Storm" il 16 maggio

2x21 "Second Star to the Right"
La cosa che mi ha lasciato a bocca aperta è stata: il fagiolo che funziona come un petardo. No seriamente, no. Bae, son stato il primo a sposare la teoria di Peter Pan, anche se questa puntata ha un pò confuso il tutto (a quanto pare OUAT non ha acquistato i diritti per la storia e non può nominarlo). Di azzurro manco parlo, un attore indegno, poi gli scrivono pure copioni in cui è un demente. Troppo facile così. Hook che non fa battute con doppi sensi? Oddio miracolo. Poi vabbè sparisce e non se lo incula più nessuno. Finalmente Emma è tornata semi protagonista. Però, doveva fare solo una cosa, una: fermare Vanessa. E non lo fa. Inetta. Poi vabbè, Vanessa e quell'altro (non mi ricordo nemmeno il nome, immaginate quanto mi abbia colpito), son stati fin dal primo momento personaggi inseriti col culo. E proprio ora che una serie indegna su una setta è finita, tiriamo fuori la storia "c'è una setta contro la magia". Ma scusa, loro coltivano i fagioli per andare via. Lasciaglieli no? Tanto stanno andando via. Regina, regina cara, complimenti. E' come se Obama portasse il telecomando per l'innesco delle bombe nucleari in tasca. No davvero, i miei più sinceri complimenti. E nemmeno questa puntata Henry è stato colpito da un proiettile vagate. Alla fine non mi aspettavo nulla, ma questa è stato l'ennesimo episodio che ha confermato la mia idea sull'abbandonare la serie dopo il prossimo episodio.
PROSSIMO ED ULTIMO EPISODIO 2x22 "And Straight On 'Til Morning" il 12 maggio

6x23 "The Love Spell Potential" 
La peggior puntata di TBBT di sempre, non mi ha fatto ridere nemmeno per un momento. Gli ultimi 5 minuti grotteschi e distruggono totalmente il personaggio di Sheldon. Da una puntata carina senza Amy, a questa, la differenza è plateale. E sto pensando seriamente di abbandonarla se il livello rimarrà così orribile. Quando una sit-com non ti fa più ridere è l'unica possibilità.
PROSSIMO ED ULTIMO EPISODIO 6x24 "The Bon Voyage Reaction" il 16 maggio

SERIE RINNOVATE
2 Broke Girls, American Dad, Arrow, Beauty And The Beast, Blue Bloods, Bob’s Burgers, Bones, Castle, Chicago Fire, Community, Criminal Minds, CSI, Elementary, Family Guy, Glee, Grey’s Anatomy, Grimm, Hart Of Dixie, Hawaii Five-0, How I Met Your Mother, Last Man Standing, Law & Order: SVU, Mike & Molly, Modern Family, NCIS, NCIS: Los Angeles, New Girl, Nikita, Once Upon A Time, Parenthood, Parks & Recreation, Person Of Interest, Raising Hope, Revenge, Revolution, Scandal, Suburgatory, Supernatural, The Big Bang Theory, The Carrie Diaries, The Following, The Good Wife, The Mentalist, The Middle, The Mindy Project, The Neighbors, The Simpsons, The Vampire Diaries, Two and a Half Men

SERIE CANCELLATE O TERMINATE
1600 Penn, 30 Rock, 666 Park Avenue, 90210, Animal Practice, Ben And Kate, Body Of Proof, CSI:NY, Cult, Deception, Do No Harm, Don’t Trust The B. in Apt 23, Emily Owens, M.D., Family Tools, Fringe, Go On, Golden Boy, Gossip Girl, Guys With Kids, Hannibal, Happy Endings, How To Live Your Parents, Last Resort, Made in Jersey, Malibu Country, Partners, Private Practice, Red Widow, Rules Of Engagement, Smash, The Cleveland Show, The Mob Doctor, The New Normal, The Office, Touch, Up All Night, Vegas, Whitney, Zero Hour

mercoledì 8 maggio 2013

The Mentalist - Red John's Rule - Season Finale

Finisce questa stagione di The Mentalist. Brunone ci aveva promesso di rivelarci l'identità di Giovanni Rosso, ma mantiene la promessa solo a metà. Ci stavamo avvicinando troppo ed Heller ha deciso di cambiare le regole. Ma ha dichiarato due cose apertamente: RJ e fra quei sette nomi, e Patrick non è RJ.
Cominciamo dal fatto che ho apprezzato tantissimo i "siparietti". Quelli tra Jane e Lisbon, quello tra Cho e Rigsby, la frecciatina di Barlow a Lisbon che fa di tutto per non arrossire, per finire con la scena stupenda di Patrick che mette la mano sulla spalla alla Lisbon prima di farle vedere il video, come per proteggerla. Siparietti deliziosi, ma l'ultima scena (quella della mano sulla spalla) è una stretta al cuore. Perchè ci dà la via di quello che sarà la prossima stagione. Il target di Red John saranno innanzi tutto i membri del team, e gli altri sospetti della lista, non so in quale ordine. E' talmente presuntuoso che cercherà di alzare lui stesso l'asticella facendosi terra bruciata da solo. Piccola previsione su chi sara' il primo, Bob Kirkland. Del resto già il video lo scagiona. Anche come amico di Red John, non avrebbe senso che faccia il diavolo a quattro per rubare il lavoro di Jane, se fosse RJ o un suo amico, dato che RJ lo sapeva già da settimane.
Continuiamo con l'ingresso in scena di Brett Partridge. Lui che sembra improvvisamente diventato persino "carino". Il "ciao Lisbon" e lei che gli sorride. Jane che ha un momento brevissimo di esitazione quando lo vede, sembra quasi paura, e lo tratta con ripetto. Mr Partridge? Dove e' finito il "ghoul"? Patrick aveva fifa in quel momento.
La memoria felice. Patrick dice di non averne parlato con nessuno, ma evidentemente non è vero. Avrà avuto una psicologa cui avrà raccontato dei suoi ricordi (attenzione, la ragazza non era sua amica. era solo l'immagine di lei da ragazzina che teneva dentro di se) e che s'e' fatta comprare. Dai, sai un poliziotto quanto ci mette a fare una ricerca su Jane, a scoprire che aveva una psicologa, a comprarle i fascicoli, di nuovo, i delfini non volano nello spazio, Red John non ha alcun potere, se non quello di essere furbo, questo si. E di avere uno strano senso dell'umorismo.
Abbiamo finito? Ma no. I sette nomi lasciano fuori Ardiles, Harken e Mahburn. Gli unici nomi realistici lì sono Partridge e Haffner. E tra l'altro, ho adorato la reazione di Lisbon quando gira la sua figurina. E' allibita, altro che Bertram. Li' ci rimane proprio male. Haffner ha tante cose dalla sua, la stretta di mano on screen, il fatto di essere dichiaratamente in Visualize. Ma no, e' Partridge. E' la soluzione piu' elegante. Era nel pilot, è un piano più sotto, è sempre stato lì. Praticamente apre e chiude la puntata. Ed è l'unico sospetto che si fa il secondo finale di serie. Degli altri, credo solo Bertram gli stia dietro, con un finale, la 3x23. 
Però Brett, Stiles, Reede, Smith, lo sceriffo McAllister? Vogliono farci credere che Stiles,all'epoca già Gran Capo di Visualize e nell'88 disegnava faccine sui granai? O McAllister? Smith al contrario è troppo giovane. Gli unici decenti della lista sono Haffner e Partridge. Bertram non mi convince. E Bob, quello RJ vuole farlo fuori. Se già quando ha ucciso Lorelei RJ sapeva della lista di Jane, ovviamente che se ne faceva degli appunti della lavagna? Bob li ha presi perchè ha suoi motivi personali, poco ma sicuro, ma non è RJ, nè un suo complice. In ogni caso,la lista è una gran presa per il culo. Strette di mano on e off-screen, la descrizione di Rosalind che non viene presa in considerazione, il discorso dell'età fatto in Red Barn che non conta un cavolo. Heller non ci darà mai un indizio che sia uno che non sia una fregatura.
Ora che RJ vuole "uccidere" tutti i ricordi felici di Jane,immagino che nella prossima stagione si andrà a scavare nel suo passato, quindi più sulla famiglia di Jane. Barlow ha detto che i Jane erano malvagi (perchè usavano le credenze della gente per fare denaro). Può darsi che RJ sia uno di quelli che i Jane hanno truffato o può darsi che RJ sia addirittura un parente di Patrick e che lui non lo sappia. In ogni caso, mi sembra che la "saga" PJ-RJ sia iniziata molto prima della trasmissione TV in cui Patrick "insultò" RJ. E' probabile che si conoscessero già o che tra loro ci sia un qualche tipo di legame.
Avrei preferito che il messaggio video l'avesse letto RJ in persona, non Lorelei. Spero, visto che pare che il pensionamento di RJ sia finito, di vederlo/sentirlo più spesso la prossima stagione e di persona (Heller permettendo).

domenica 5 maggio 2013

Misciu Series - 30th week

Chiedo scusa ma questa settimana mi son messo ad organizzare un viaggio fra Parma e Reggio quindi no ho avuto molto tempo per scrivere. Dopo questa inutile parentesi, passiamo ai telefilm. Finalmente è finito quella cosa immonda di The Following ma non me la sento di fare un post solo su quello, dato che sarebbe pieno di parolacce. Invece ho scoperto un'ottima sit-com, cioè 2 Broke Girl, ma non parlerò di questa, anche perchè sta per finire la seconda stagione e preferirei fare una sintesi dopo aver visto il finale. Dopo questo sproloquio, passiamo al vero motivo per il quale siamo qui.

1x15 "The Final Chapter"
LAMMERDA E' FINITA. E se prima di questa puntata pensavo di continuare a guardare anche la seconda a tempo perso, ho deciso che è meglio evitare. Per seguire questa serie ho buttato circa undici ore, rubate a cose più interessanti o a vedere cose più interessanti. Un finale di stagione all'altezza del resto della serie, se escludiamo la morte della Parker che non mi aspettavo (ma come si fa ad uccidere un personaggio come quello della Parker, con una storia come la sua c'era un potenziale enorme dietro), tutto di una prevedibilità quasi imbarazzante. Una seconda stagione all'insegna di Emma non si può certamente affrontare. Questa serie che ha avuto il merito di avere un traino eccezionale grazie a Bacon e che è riuscito a ridurre una buona idea in una serie di ridicoli tentativi del colpo di scena o della scena a effetto.

1x21 "The Undertaking" 
La puntata più bella in assoluto di questa serie. Flashback importantissimo, che per la prima volta non è ambientato sull'isola ma precedentemente alla partenza della Queen's Gambit. Oliver ha già scoperto che dietro tutto c'è Malcom. Grandiosa Felicity, miglior personaggio della serie, mentre il ritorno di Diggle, per quanto scontato, è stato gestito bene. Unica nota negativa, l'ormai odioso triangolo Oliver/Tommy/Laurel. Non ci resta che aspettare l'ultima puntata.
PROSSIMO ED ULTIMO EPISODIO 1x22 "Darkness on the Edge of Town" l'8 maggio

2x23 "Virgins" 

Tra Schmidt che scivola sul pavimento con il lubrificante e la sua ragazza dell'epoca che urla, e Nick con l apparecchio, se poi ci aggiungo octopussy e Winston che si eccita guardando Titanic, direi che possiamo considerarla una gran puntata. Anche il finale è stato gestito bene, anche se personalmente della lovestory non mi interessa nulla. Puntata che mi pare sia stata scritta da una donna, visto la figura magra che fanno i ragazzi. Ma voglio ricordare una cosa: quando uno speleologo entra in una grotta, non è la grotta che rischia di scivolare, ma lui. 
PROSSIMO EPISODIO 2x24 "Winston's Birthday" il 7 maggio

6x05 "The Flood" 
Muore Martin Luther King: l'America si ferma, il giorno dopo si risveglia ma continua a vivere, con una ferita che vuol nascondere e non manifestarla apertamente come accadde con l'omicidio di Kennedy. E' un punto di svolta cruciale per gli Stati Uniti: è il '68 che sfocia in uno degli episodi più drammatici di sempre, ma proprio perché il periodo è già critico, è proibito distrarsi. E mentre nella puntata di Kennedy, il lutto era stato riportato nell'imbarazzante matrimonio della figlia di Roger, qui non viene espresso pienamente: è un giorno lavorativo come tanti altri, con la sola scusa di un'uscita anticipata, ma non per tutti, perché Don, Michael, Stan e Roger dovranno avere un incontro d'affari con uno stralunato cliente; anche in mezzo all'oscurità delle rivolte a Washington: tutto resta compresso dentro i singoli personaggi e cerca di uscire attaccandosi a qualsiasi cosa che possa ricondurli alla vita. Per Don è il tentativo di sentirsi padre, anche solo per un istante, mentre la sua mente è unicamente proiettata verso Sylvia e verso le sue possibili condizioni di salute; per Peggy è la possibilità di sentirsi indipendente, acquistando un appartamento, salvo poi ritrovarsi, ancora una volta, a fare i conti con le sue mille insicurezze che la avvolgono, quando si parla della sua sfera privata ed emotiva. Perché ormai Peggy è totalmente focalizzata sul lavoro e qualsiasi cosa che vada oltre questi confini, la terrorizza e la paralizza. Per Pete, è il tentativo di riavvicinarsi a Trudy. Per Bobby, incredibilmente protagonista della puntata, è guardare un film con suo padre, sentendosi per un breve attimo come un figlio amato da Don. E nel monologo affranto di Don sul suo sentirsi così distante dal ruolo di padre che dovrebbe amare i bambini, sentiamo tutta l'amarezza di un uomo che non ha altra identità se non quella di seduttore e abile venditore nella SCDP. Senza Sylvia, senza i clienti, chi è Donald Draper? Incapace di sentirsi a suo agio anche in una situazione normalissima come quella di un pomeriggio trascorso al cinema e sempre più solo nell'immagine che chiude la puntata. E' l'uomo che guarda quest'America lacerata, che continua a far finta di niente.
PROSSIMO EPISODIO 6x06 "For Immediate Release" il 5 maggio

1x15 "Home"
Prima mezzora di nulla, nullla. Gli ultimi dieci minuti sono stati un po più decenti. Per quanto la storia di Aaron fosse inutile, almeno hanno chiuso la storia della moglie. Ma poi che senso ha sparare la rossa e non sparare Monroe. Perchè? Ah già, forse perchè non ci sarebbe più un telefilm. Spero di vedere episodi migliori perchè senno io me faccio una dormita la prima mezzora e metto la sveglia per vedere la fine degli episodi futuri.
PROSSIMO EPISODIO 1x16 "The Love Boat" il 6 maggio

5x21 "Red and Itchy"
Sono riusciti a tenere la suspance fino all'ultimo sul contenuto del tupperware, almeno per me, perchè non avrei mai detto ci fosse una lingua lì dentro. Questa è una ulteriore prova di quanto la voglia di vendetta a volte "trasformi" le persone. Guardando le scene di LaRoche con Jane in questo episodio, dove sembra un cucciolone indifeso, certo non andresti a pensare a tanto. J.J. mi ha fatto un sacco di tenerezza quando dice a Patrick che, mentre tra Jane e Lisbon c'è una vera e leale amicizia, tra loro due non c'è, sembra molto solo. Ma e' suggestione mia o lo stupratore senza lingua alla fine cerca di dire Red John? Anche la musica pare quasi la sua.
PROSSIMO ED ULTIMO EPISODIO 5x22 "Red John's Rules" il 5 maggio

8x22 "The Bro Mitzvah"
Tra questa e The Sexless Innkeeper non so quale sia peggio. La parte di Ted fuori la macchina l'ho trovata inutile. Sembra quasi che il playbook venga sempre tirato fuori come filler. Poi insomma, per l'addio al celibato di Barney mi sarei aspettato una cosa stile Una Notte da Leoni, non questa boiata. Senza parlare di come nella scorsa puntata fra Ted e Barney sia quasi scoppiata la rissa e poi amici come prima.
PROSSIMO EPISODIO 8x23 "Something Old" il 6 maggio

3x05 "Kissed by Fire"
Dopo una puntata così dinamica come la precedente, era logico aspettarsi una impostata più sui dialoghi e sulla costruzione delle alleanze e dei progetti futuri dei diversi personaggi. Così si struttura quest'episodio, concentrandosi su alcuni momenti chiave tra cui spiccano la confessione di Jaime su come siano andate realmente le cose in merito all'omicidio di Aerys Targaryen e la scena finale con Tywin che si conferma come un personaggio dotato di un carisma fuori dal comune e di un senso di paternità pari allo zero, ma con l'occhio sempre rivolto in avanti per migliorare la situazione della sua casata, imponendo a Cersei il matrimonio con Loras. E così la cara Sansa, che già pregustava l'addio ad Approdo del Re, si ritroverà coinvolta nelle nozze con Tyrion, che non solo la vincoleranno ancora di più al luogo dove è tenuta come prigioniera/ostaggio, ma addirittura concederà ai Lannister la chiave per avanzare diritti legittimi sul Nord. Tutto questo grazie alle scelte scriteriate che sta compiendo Robb, sempre più solo e abbandonato dai suoi stessi uomini, senza la possibilità di vincere questa guerra dopo il ritiro inevitabile dei Karstark. E Tywin resta tranquillo ad Approdo del Re a vedere l'esercito del Nord sciogliersi passo dopo passo. Oltre la Barriera, la situazione di Jon si fa sempre più ambigua: la fedeltà ai Guardiani cede di fronte alla passione verso Ygritte, mentre nei confronti di Tormund deve essere sempre prudente per non rischiare la vita. Dire e non dire, continuando ad agire da infiltrato e vedere quali siano i progetti dei bruti per la loro scalata alla Barriera. Credo che, dopo le prime tre puntate, gli autori abbiano trovato il modo giusto di concentrarsi su un paio di storyline a puntata (senza volerle raccontare tutte insieme) e procedere con maggior linearità e meno confusione.
PROSSIMO EPISODIO 3x06 "The Climb" il 5 maggio

9x22 "Do You Believe in Magic"
Puntata in lieve ripresa rispetto al disastroso episodio della settimana scorsa. Finale che per la prima volta dopo tanto tempo mi ha fatto venire voglia di sapere immediatamente cosa sarebbe successo nella puntata successiva, ammazalo Alex. Con la nonna che perde la tutela, la mia teoria di Owen che adotta il bambino si fa sempre più credibile, anche perchè ormai non li sopporto più. April per la prima volta dopo parecchie puntate non ci ha ricordato che non è più vergine. Attenzione ad Arizona, seriamente interessata alla nuova arrivata. Che interessa parecchio anche a me. Viva Hilarie Burton.
PROSSIMO EPISODIO 9x23 "Readiness is All" il 9 maggio

6x22 "The Proton Resurgence"
Puntata carina, ma niente di più. Guardacaso chi mancava i questo episodio? Colei che è stata la rovina di questa serie. Molto più divertente la storia di Cannella, che quella del professore, con battute molto scontate. Penny tiene sempre su la baracca ormai (in tutti i sensi). Sheldon è un personaggio distrutto ormai, irriconoscibile.
PROSSIMO EPISODIO 6x23 "The Love Spell Potential" il 9 maggio

2x20 "The Evil Queen"
Lo annuncio ora: dopo il finale di stagione abbandonerò questa serie. Sono stanco di vedere questo genere di puntate vuote. La parte di Fairyland è stata noiosa, ma perchè devono insistere migliaia di volte sulla tematica Regina buona o cattiva dove c'è sempre un scontatissimo finale? Nel mondo reale siamo tornati al finale dello scorso anno, però questa volta nessuno crede ad Emma (l'anno scorso era Henry), ma presumibilmente per la fine apriranno gli occhi. Il duo Greg e Tamara è indegno. Ma ormai non chiedo più nulla, tanto saranno gli ultimi 4 episodi di OUAT che vedrò.
PROSSIMO EPISODIO 2x21 "Second Star to the Right" il 5 maggio

sabato 27 aprile 2013

Misciu Series - 29th week

Quanti ritorni questa settimana, anche se dobbiamo dividere le serie in due blocchi classici: buoni e cattivi.
Sotto la new entry Defiance trovate le buone, mentre le cattive sono le ultime quattro e, purtroppo, sono sempre i soliti nomi. Sull'ambito rinnovi nulla di fatto, tranne Glee: la Fox ha infatti deciso di rinnovarla per altre due stagioni, scelta coraggiosa, dato che solo le serie cable rinnovano per più di una stagione per volta. Stavolta mi son soffermato anche su GoT, oltre che su Mad Men, perdonatemi.

Questa è la prima serie 100% Sci-fi che seguo. Quindi prima di giudicarla ci metterò un bel po'. La serie è ambientata in un futuri post-apocalittico, e immagina un’umanità che cerca faticosamente di ricostruire la civiltà dopo una devastante guerra interplanetaria, che ha cambiato il volto della Terra e che si è conclusa con la pace e la convivenza “forzata” fra umani ed alieni. In una specie di far west futuristico, privo di leggi, la cittadina di Defiance (ex St.Louis) è un avamposto di sicurezza e civiltà, retta dallo sceriffo Jeb e dal nuovo sindaco, Amanda. Primo doppio episodio pensantuccio all'inizio, poi molto scorrevole, ottimo secondo episodio. Tanta, tantissima computer grafica, vedremo come andrà a finire.


6x04 "To Have and to Hold"
L'ipocrisia, le cose dette e non dette, le menzogne per tenere i propri segreti ben nascosti, siano essi professionali o personali. Alla fine, nessuna bugia resta impunita o nascosta: o viene svelata o è causa di un dolore prolungato, che sembra non avere fine. Nel mondo dei nostri Mad Men, tutto diventa il giusto pretesto per mentire a chi ci sta accanto e per continuare a mantenere la propria aura di "perfetto impunito": non importa se si trovano sul posto di lavoro o nell'intimità con i propri partner o un compagno improvvisato. Si continuerà a mentire ugualmente e a pensare di essere dalla parte del giusto, senza accettare le obiezioni di chi li circonda. Si parte dal lavoro col Project K, che, lentamente, si sfalda sotto gli occhi degli stessi creatori: tutti si chiedono di che cosa si tratti e la segretezza inizia a cedere, fino alla beffa finale, con il bellissimo confronto silenzioso tra Ted e Peggy e Don, Pete e Stan di fronte alla porta della stanza dove è stata appena mostrata l'idea del Project. Sul volto di Don, c'è tutta la delusione nel fronteggiare la sua ex pupilla, ora cresciuta. Per Stan, invece, c'è la consapevolezza di aver perso un'amica e una confidente, che ha lasciato il posto ad una spietata concorrente. E a tranciare le gambe del trio, così ingenui da pensare che l'incontro fosse privato e segreto, arriva la sfuriata di Ken, che paga a suo modo il prezzo dell'essere leale ed onesto.La ste ssa frustrazione che prova Harry nel sentirsi maltrattato, messo in disparte e poco considerato dai suoi stessi capi, che già pensano ad un suo licenziamento, senza dargli la possibilità di far sentire la sua voce nelle riunioni a cui partecipa Joan, il vero punto di congiunzione tra le ipocrisie del lavoro e dell'amore. Troppo indurita dopo quello che è successo con quel porco della Jaguar per poter essere delicata e accondiscendente sul posto di lavoro; troppo indurita dalle sofferenze amorose per poter credere a qualcosa che vada oltre l'esperienza di una notte e la semplice trasgressione. La vera voce di colei che ha vissuto le delusioni della vita, di colei che si è sacrificata per l'azienda mentre tutti festeggiavano la nuova partnership con la Jaguar. Concludiamo il cerchio con il re dell'ipocrisia: Donald Draper. I minuti finali hanno mostrato il peggio del suo doppiogiochismo: prima nella sfuriata a Megan, paragonandola ad una prostituta per una scena di lavoro, e poi nel momento in cui ritorna da Sylvia, voltandole il crocefisso sulla schiena. Don vorrebbe smettere di fare questo, ma non vuole che si preghi per lui affinché trovi pace. Perché Don è Don soltanto quando sguazza nella sua ipocrisia: soltanto quando può giudicare liberamente una coppia scambista o la sua stessa moglie, rea di aver scelto il mestiere dell'attrice; ma soltanto Don può giudicare se stesso e probabilmente quello che vede gli fa così schifo da rinviare costantemente il giudizio per poi continuare a comportarsi in quel modo.
PROSSIMO EPISODIO 6x05 "The Flood" il 28 aprile

3x04 "And Now His Watch is Ended" 
DRACARYS! Succede di tutto in questo episodio, con le scene finali di grande effetto: Immacolati e draghi svolazzanti per Daenerys ed ora sarà veramente difficile fermarla. Era ovvio che avesse un piano per ottenere tutto ciò che volesse e, facendo ciò, ha mostrato la crescente potenza di Drogon e la cieca fedeltà degli Immacolati, che rappresentano una forza armata senza pari. Da non sottovalutare anche le altre due scene che hanno accompagnato il finale: la rivolta dei Guardiani della Notte e il confronto tra Beric e il Mastino, ricco di tensione e con l'attesa di vedere il duello per decretare se il Mastino sia colpevole oppure no agli occhi del Signore della Luce.Tra i Guardiani serpeggiava da tempo il malcontento, non solo contro Craster, ma anche contro Mormont, che ha pagato a caro prezzo il suo senso dell'onore, anche nei confronti di chi li aveva ospitati in modo ripugnante. Muore nel classico modo in cui muoiono i comandanti di gruppi ribelli: ucciso a tradimento dai suoi stessi commilitoni. E Samwell, adesso, si è separato dal gruppo, andando incontro a tutti i pericoli che si trovano oltre la Barriera insieme a Gilly e al bambino appena nato. Quanto al confronto tra Beric e il Mastino, ho apprezzato soprattutto l'uso dei dialoghi, che sono sempre un elemento chiave di Game Of Thrones e che, in questo caso, diventano essenziali per capire ancora meglio la personalità del Mastino: la Brotherhood, comunque, si conferma un gruppo fantastico e non vedo l'ora di assistere al duello tra Dondarrion e Sandor, la cui espressione non sembrava così raggiante dopo aver scoperto l'identità del suo rivale. Theon, ingenuo e fesso come sempre: ha rivelato qualsiasi informazione possibile ad un uomo che stava facendo il doppio gioco sin dall'inizio (ed era abbastanza chiaro, vista l'assenza di Yara nel luogo dell'appuntamento e tutta quest'ambiguità di fondo). Tantissima compassione e pena per Jaime, ma ho apprezzato il discorso di Brienne sull'assaggio del mondo reale e il silenzio dello Sterminatore sembrerebbe confermare che cosa intendesse dire la donna con quelle parole. Ora voglio vedere Jaime rialzarsi dal fango e prendersi la sua vendetta: vederlo bere piscio di cavallo e provare inutilmente a combattere con la sinistra, è stato a dir poco umiliante per un uomo che, fino alla scorsa puntata, sembrava dio sceso in terra nell'arte del combattimento.Piacevoli anche le scene ad Approdo del Re: più lente rispetto alle altre presenti nella puntata, ma fondamentali per capire il modo in cui Margaery sta circuendo Joffrey e le reazioni di Cersei di fronte alla presa che la futura regina sembra esercitare sulla corte e sul popolo, tant'è che si scontra sul padre (scena molto significativa) sul poter essere la figlia prediletta su cui riversare tutte le aspettative future. Impagabile il modo in cui Tywin la umilia con le sue risposte.
PROSSIMO EPISODIO 3x05 "Kissed by Fire" il 28 aprile

1x20 "Home Invasion" 
Puntata splendida, tutto rimesso in discussione. Diggle abbandona l'ArrowTeam perché non lo ha aiutato con Deadshot preferendo il caso di Laurel. Finalmente qualcuno che glielo fa notare platealmente. Tommy è sempre più vicino a diventare il cattivo della prossima prossima stagione. Intanto la sorella e il fidanzato stanno per diventare le nuove "spalle" di Arrow, ma nonostante questo, non mi piacciono per niente. Bella anche la parte dell'isola che spiega come Oliver abbia iniziato ad usare l'arco e che ci lascia un finale
cliffanger puro. Bene così.
PROSSIMO EPISODIO 1x21 "The Undertaking" il 1 maggio

5x20 "Red Velvet Cupcakes"
Puntata in sè carina, filler puro, anche se non a digerire la coppia Rigsby/VanPelt (di cui però ho più che apprezzato il decoltè). Tra l'altro ho l'impressione che Heller abbia ricevuto un bel po' di mail contrarie al nuovo fidanzato di Grace vista la repentina retromarcia (a meno di sviluppi futuri). Magari sul divano del deejay avrei visto meglio la coppia Lisbon/Jane, credo che quei due abbiano bisogno di parlarsi. Teoria RJ: e se magari fosse Rigsby? Adesso, nemmeno a dirlo, serve solo RED JOHN! Posso anche sopportare il caso nella 5x21 misto a trama "redjohniana", basta che sia di spessore, e soprattutto non 5 minuti totali, ma almeno una metà, per poi giungere alla 5x22 che, non so spoiler, ma voglio ben sperare che sia Red John-centrica che più centrica non si può.
PROSSIMO EPISODIO 5x21 "Red and Itchy" il 28 aprile

9x21 "Sleeping Monster" 
Sono sempre buono con GA, perchè in fondo è la serie che seguo da più tempo. Ma questo episodio è indifendibile, una noia su ogni frangente. Il personaggio della Bailey gestito malissimo, con sfogo finale fuori luogo. Come distruggere il carattere costruito in nove stagioni in una sola scena. Su April si tocca il fondo: l'aver perso la verginità, non è una trama. Sul bambino che gira per l'ospedale, volete vedere che morirà anche il padre e lo adotterà Owen? Indegna.
PROSSIMO EPISODIO 9x22 "Do You Believe in Magic" il 2 maggio

6x21 "The Closure Alternative" 
Ma seriamente, fa ancora ridere qualcuno? Il problema è che in America fa ascolti folli, quindi non sono nemmeno motivati a cambiare l'inerzia della serie, che ormai è tenuta a galla dalle forme di Penny. Amy non merita commenti. Quando sento le risate in sottofondo durane le sue "gag" (virgolette d'obbligo) mi sento quasi stupido, perchè so che non fa ridere.
PROSSIMO EPISODIO 6x22 "The Proton Resurgence" il 2 maggio

2x19 "Lacey"
Finita la puntata ho pensato: ma che cazzo ho guardato? Puntata inutile e priva di significato. Qualche riferimento buttato così a caso sulla "trama" (che detto fra noi, qual'è la trama a questo punto?). C'è da dire che non è soporifero come alcune puntate, ma è un episodio che comunque si fa vedere, che però non ti lascia nulla. Robin Hood buttato a caso, nemico della bestia e con l'arco magico. Ma scherziamo? Rumple tiene su da solo alcune scene, ma se gli mettiamo di contorno una trama ridicola fatica pure lui. Avrebbero potuto fare una pausa più lunga al posto di rifilarci questa roba.
PROSSIMO EPISODIO 2x20 "The Evil Queen" il 28 aprile

1x14 "The End is Near"
Questa serie non si smentisce mai. Ogni settimana so di guardare 42 minuti di nulla, probabilmente è più divertente fissare una mattonella per 42 minuti. Sono sfinito da tutto questo. Davvero. In qualsiasi altra serie i buoni ad un certo punto prevalgono. Di un po', ma comincia la rivalsa. Claire, per dirne una: prova ad uccidere Joe, non ci riesce, viene confinata, viene trascinata, prova a riucciderlo, riscappa e viene ripresa. Maddai. Emma, il personaggio più str**o mai apparso in tv e continua a farla franca e a far cascare tutti nella sua rete grazie alle sue doti di (?) ammaliatrice? Odio. L'FBI ha una cinquantina di nominativi, con identificazione facciale dei membri della setta di Joe, e all'ingresso del centro manco controllano i documenti? "Prego, entri pure e sisi, porti pure con lei un accetta, un coltello. Eh, può fare comodo". Era questo il "grande piano" di Joe? La scena finale? Vogliamo parlarne? Era davvero necessaria? Ora come non mai ho capito di aver perso tonnellate di minuti per star dietro ad una serie così. Il finale non merita nemmeno di essere visto, merita solo un grosso, grossissimo dito medio.
PROSSIMO EPISODIO 1x15 "The Final Chapter" il 29 aprile